Inside job

 

 

Inside Job è un film del 2010 prodotto, scritto e diretto da Charles Ferguson, che indaga le cause della grande recessione, vincitore dell’Oscar al miglior documentario nel 2011.

L’autore ha spiegato che il film mette a nudo «la corruzione sistemica negli Stati Uniti attuata dall’industria dei servizi finanziari e le conseguenze di questa corruzione sistemica»

ha inizio con uno sguardo sull’Islanda, considerata un paese modello. Un buon posto dove andare a vivere, in cui, però, nell’ultimo decennio, una politica dissennata, dando il via alla deregolamentazione, ne ha determinato la rovina, sul piano ambientale, economico e sociale.

Una bolla speculativa, dovuta alla privatizzazione delle banche che con la bancarotta nel 2008 della Lehman Brothers e Aig ha gettato l’Islanda e il mondo intero sul lastrico.

Avvalendosi di economisti, giornalisti, docenti, alternando interviste e dichiarazioni di banchieri, esponenti politici a materiali d’archivio, il film formula il proprio j’accuse con grande maestria, conducendo lo spettatore in un viaggio all’interno del mondo finanziario statunitense.

C’è una lotta di classe, è vero, ma è la mia classe, la classe ricca, che sta facendo la guerra, e stiamo vincendo.
WARREN BUFFETT

 

Mi sa che fuori è primavera

MI SA CHE FUORI È PRIMAVERA di Concita De Gregorio

Questa la storia di Irina, che ha combattuto una battaglia e l’ha vinta. Una donna che non dimentica il passato, al contrario: lo ricorda, lo porta al petto come un fiore. Irina ha una vita serena, ordinata. Un marito, due figlie gemelle. E italiana, vive in Svizzera, lavora come avvocato. Un giorno qualcosa si incrina. Il matrimonio finisce, senza traumi apparenti. In un fine settimana qualsiasi Mathias, il padre delle bambine, porta via Alessia e Livia. Spariscono. Qualche giorno dopo l’uomo si uccide. Delle bambine non c’è più nessuna traccia.

 

 

Sono stati in tanti a scomparire, in tanti in segreto a censurare, giudicare, a emettere verdetti di condanna.
È facile affacciarsi nelle vite degli altri, decretare in un quarto d’ora una colpa, rientrare dentro casa e sentirsi al sicuro nel giusto, poi riprendere sonno.

E’ una storia vera raccontata da una mamma.

Come (e perché) scegliere un cane

 

COME (E PERCHÉ) SCEGLIERE UN CANE di Simone Dalla Valle

Adottare un cane può essere un momento esaltante, ma per affrontarlo nel migliore dei modi bisogna avere le idee chiare, disporre delle giuste informazioni e soprattutto essere consapevoli di quello che si sta facendo.

Lettura adatta a tutti, preziosi consigli per chi vuole adottare, acquistare un cane e farlo nel modo giusto

 

Fahrenheit 451


FAHRENHEIT 451 di Ray Bradbury

Montag fa il pompiere in un mondo dove gli incendi, anziché essere spenti, vengono appiccati: a bruciare è la carta stampata. In una società in cui leggere e possedere libri è reato, riusciranno almeno le parole a salvarsi dai roghi del potere?

In un’allucinante società del futuro si cercano, per bruciarli, gli ultimi libri scampati a una distruzione sistematica e conservati illegalmente. è un inno ai libri, e al loro valore, per chi crede che possano essere d’aiuto nella ricerca della felicità.

Ricordalo, o li bruci o loro bruceranno te” pensò. Ormai, la cosa è così semplice

Il paese dei coppoloni

Siamo in Alta Irpinia, in “quelle terre dell’osso” in cui “un paese ci dice di tutti i paesi del mondo”, tra trivelle petrolifere e case abbandonate, pale eoliche e vecchie ferrovie, boschi, animali selvatici e paesaggi incontaminati. Un luogo immaginario che diventa reale, uno spazio fisico che si trasforma in pura immaginazione. Un’occasione unica per seguire il “musicista viandante” Capossela in questo viaggio a doppio filo sul fronte della musica e del racconto.

 

“Da dove venite? A chi appartenete? Cosa andate cercando?” Così si chiede al viandante-narratore nelle terre dei padri. Il viandante procede con il passo dell’iniziato, lo sguardo affilato, la memoria popolata di storie. E le storie gli vengono incontro nelle vesti di figure, ciascuna portatrice di destino, che hanno il compito di ispirati accompagnatori. Luoghi e personaggi suonano, con i loro “stortinomi”, immobili e mitici, immersi in un paesaggio umano e geografico che mescola il noto e l’ignoto. Scatozza “domatore di camion”, Mandarino “pascitore di uomini”, la Totara, Cazzariegghio, Pacchi Pacchi, Testadiuccello, Camoia, la Marescialla: ciascuno ragguaglia il viandante, ciascuno lo mette in guardia, ciascuno sembra custode di una verità che tanto più ci riguarda, quanto più è fuori dalla Storia. Il viandante deve misurarsi, insieme al lettore, con un patrimonio di saggezza che sembra aver abbandonato tutti quanti si muovono per sentieri e strade, sotto la luna, nella luce del meriggio, accompagnati dall’abbaiare dei cani. E poi ci sono la musica e i musicanti. La musica da sposalizio, da canto a sonetto, la musica per uccidere il porco, la musica da ballo per cadere “sponzati come baccalà”, la musica da serenata, il lamento funebre, la musica rurale, da resa dei conti.

 

L’esperta dei cani

esperta

L’esperta dei cani di Diana Lanciotti.
“Come mai nel terzo millennio, con la maggiore apertura verso i nostri animali domestici, con l’aumento della considerazione nei loro confronti, con l’entrata massiccia di cuccioli nelle nostre famiglie, con la maggior presa di coscienza dei diritti degli animali, con la diffusione della cultura animalista, ci troviamo davanti a un dilagare di problemi comportamentali, di incomprensioni, di difficoltà di gestione, di casi di ribellione, di aggressività (vera o presunta)?”. A questa e a numerose altre domande risponde questo libro, diverso da qualunque altro sia stato finora pubblicato. Una passeggiata al fianco di una straordinaria guida, autrice di tante appassionanti storie di animali, per fare chiarezza tra i messaggi contrastanti che ci arrivano dal mondo della cinofilia. Diana Lanciotti, coadiuvata da uno dei più apprezzati educatori cinofili, ci insegna gli errori da evitare e l’approccio adatto per avere al nostro fianco un cane educato e felice e creare una convivenza basata sull’intesa, il rispetto e la fiducia reciproca….
Il titolo potrebbe promettere grandi cose, regole per gestire il nostro cane o soluzioni ai problemi di convivenza che possono nascere …
Non è nulla di tutto questo, ma semplici consigli di chi è alle prime armi, osservazioni di vita quotidiana di chi si occupa dei 4 zampe.
L’autrice lo mette in chiaro sin da subito che lei non è un’educatrice, un’adetta ai lavori.. per questa onestà l’ho apprezzata.
Ci sono passaggi, pensieri che non condivido… ma tutto sommato è una lettura piacevole.
Non dimentichiamo che con l’acquisto si contribuisce a dare una mano ai pelosi abbandonati di cui l’associazione si occupa.
Fermo restando che sono sempre a favore di aiutare i cani ma non le associazioni (alcune disoneste) questo libro lo consiglio!
Buona lettura

Viaggio in america

viaggio

Viaggio in America di Oriana Fallaci

Oriana Fallaci arriva per la prima volta a New York nel 1955. Dieci anni dopo decide di trasferirsi lì e racconta per “L’Europeo” la vita quotidiana di una donna in un mondo smisurato. Ad accompagnarla c’è Shirley MacLaine con cui progetta anche di rifare all’inverso la strada degli antichi pionieri che si mossero dalla Virginia e arrivarono in California. Oriana vuole capire il segreto di questo Paese impaziente, che ha fretta solo di arricchirsi, “che non si affeziona mai a nulla, cambia sempre indirizzo, si stacca senza dolore da tutto: genitori, figli, coniugi, case, paesaggi”. Sono pagine intense che rivelano il rapporto di amore e odio di Oriana con quella che poi diventerà la sua seconda patria.

Non sanno che farsene loro di voi: voi che avete visto già tutto, e perciò siete sapienti e amari. Non sanno che farsene della vostra amara sapienza, di Giotto Masaccio Dante e Leonardo da Vinci. Hanno bisogno d’essere ingenui, loro, non amari, sapienti, per credere che il giusto esiste e trionferà. Hanno bisogno di credere: se non credessero avrebbero paura e se avessero paura resterebbero schiavi…

Un cuore felice

Un cuore felice di Angelo Vaira

cuore“Gioco! Giochiamo! Cioè ti alzi dal divano e metti da parte le preoccupazioni. Il gioco ti cambia l’espressione del viso. I tuoi problemi si allontanano e li vedi più piccoli e meno seri!” Ecco cosa ti direbbe il tuo cane se potesse parlare. In questo libro troverai in ogni pagina un buon motivo per imparare a giocare con lui. In che senso imparare? Innanzitutto perché apparteniamo a specie diverse, abbiamo linguaggi differenti e quindi per giocare insieme senza creare fraintendimenti dobbiamo prima capirci. E poi, come ci spiegano Angelo Vaira e Valeria Raimondi, perché il gioco è uno strumento molto potente che contiene tutto: comunicazione, apprendimento, divertimento, scoperta, stupore, sospensione del tempo, ma anche fiducia, tenerezza, empatia. Giocare ci porta rapidamente in uno stato mentale in cui i pensieri, le preoccupazioni, la stanchezza scompaiono e viviamo solo nel presente. Il nostro cane è un treno molto veloce per raggiungere questo stato di benessere, e noi lo siamo per lui. Un libro che ti farà scoprire un rapporto più profondo e gioioso con il tuo cane che penserà: “Ci capiamo cosi bene quando giochiamo”.

Anche i cani sono persone.
Lo so, questa affermazione ha un che di scioccante! Eppure, l’iniziale reazione di resistenza al concetto può essere facilmente vinta. Chiunque abbia vissuto con un animale sa perfettamente che ognuno di loro ha una “personalità”…

Mi presento sono il cane

Quando arriva un cane in famiglia, diventa importante permettergli da subito un corretto inserimento. Ecco che quindi dobbiamo porre attenzione alle routine quotidiane che daremo al nuovo compagno.
MI PRESENTO SONO IL CANE di Pierluigi Raffo mipresento

Consigliata le lettura a tutti gli amanti dei 4zampe, sia che siate proprietari o state pensando di adottarne uno, vi sono ottimi suggerimenti per una convivenza serena e duratura

L’amore che ti meriti

amore

L’Amore che ti meriti di Daria Bignardi

Mi sono chiesta tante volte perché di fronte a un dramma certe famiglie si disintegrano e altre no. Perché alcuni hanno la forza di accettare, superare, e altri non riescono a reagire.

Alma e Maio, due fratelli adolescenti, vivono in una reciproca, incantata dipendenza. La loro famiglia è molto unita. La scuola è finita, l’estate inizia. Alma e Maio non lo sanno, di essere felici. Per Alma è un gioco quando propone al fratello di provare l’eroina. Una sola volta, l’ultima sera di libertà prima di raggiungere i genitori per le vacanze. Ma mentre lei passa indenne attraverso il veleno, Maio resta segnato. E un giorno scompare. Bologna, trent’anni dopo. Antonia che tutti chiamano Toni, è l’unica figlia di Alma. Vive con Leo, commissario di polizia conosciuto durante un sopralluogo per i gialli che scrive. Ignora tutto di Maio, la madre non le ha mai raccontato nulla: forse per proteggerla o forse troppo grande è il senso di colpa. Quando Alma viene a sapere che Antonia aspetta il suo primo figlio, non riesce più a mantenere il silenzio di cui si è fatta scudo. Toni si misura con una vertigine improvvisa: che cosa può fare di fronte a un segreto che ha cancellato ogni traccia del passato di sua madre, e quindi anche del proprio? Toni torna a Ferrara per cercare Maio.

Perché l’Amore bisogna meritarselo? Le dinamiche familiari sono complesse, i rapporti tra genitori e figli e tra fratelli anche … se pensate che la vostra famiglia ne è piena vi consiglio di leggere questa storia, al confronto i vostri problemi vi sembreranno più facili da risolvere… per i genitori che si fanno mille “mea culpa” su come educano i figli questa storia insegna che le cose a volte semplicemente accadono…